Perchè l'acciaio inox

La crescente diffusione dei condotti fumari in acciaio inox trova spiegazione nelle caratteristiche specifiche di questo materiale, decisamente superiori a quelle di altri prodotti utilizzati in edilizia e nell’impiantistica per l’evacuazione dei fumi. Le canne fumarie realizzate in acciaio inox austenitico AISI 316L (1.4404) resistono efficacemente agli effetti corrosivi delle condense acide, offrono scarsa resistenza allo scorrimento dei fumi, raggiungono e superano in brevissimo tempo il “punto di rugiada” (valore di temperatura che dà origine al fenomeno della condensazione). Per la loro forma lineare possono essere facilmente coibentate e mantenere un‘adeguata temperatura della parete interna. La produzione di canne fumarie in acciaio inox della Roccheggiani si distingue per l’elevata qualità dei materiali utilizzati e per i processi produttivi altamente innovativi. In particolare l’impiego dell’acciaio Inox AISI 316L previene il deterioramento della parete a contatto dei fumi, dovuto agli effetti del calore e alle sollecitazioni di natura termo-meccanica, causa di anomalie di funzionamento e probabilità di danni a cose o persone.

Effetti del calore residuo dei fumi: il valore della temperatura è estremamente variabile in rapporto al tipo di generatore di calore utilizzato. L’intervallo varia dai circa 50°C delle caldaie murali a condensazione, agli oltre 300°C per i caminetti e le stufe a legna. I prodotti Roccheggiani sono progettati tenendo conto degli effetti dovuti alla dilatazione termica; particolari accorgimenti tecnici, nonché specifiche indicazioni sulle modalità di installazione, mirano ad evitare che il camino possa essere danneggiato dall’impossibilità di un adeguato assorbimento delle dilatazioni.

Effetti dovuti alla corrosione: la presenza, a volte combinata, di acido nitrico e acido solforico, la cui azione aggressiva risulta aggravata laddove l’aria comburente è contaminata dalla presenza di cloro o altre sostanze corrosive, può determinare gravissime lesioni della parete a contatto dei fumi. Nello specifico in ambienti quali lavanderie industriali, tintorie, saloni per parrucchiere, gli acidi usati (aventi alta concentrazione di cloro) se dissolti nell'aria sono da considerarsi altamente corrosivi. L’impiego dell’acciaio inox austenitico AISI 316L (1.4404) negli elementi modulari della produzione dell’azienda garantisce la resistenza agli attacchi da parte dei componenti più corrosivi, rendendo il condotto fumario idoneo ad essere impiegato con i vari tipi di combustibili e nelle varie condizioni climatiche.

Impermeabilità ai gas e alle condense: la tenuta ai prodotti della combustione è un requisito che investe il concetto stesso di sicurezza. I fumi sono caratterizzati da elevata tossicità, dovuta, a seconda delle situazioni, alla presenza degli ossidi di zolfo e di carbonio. Le recenti tendenze impiantistiche hanno reso il problema della tenuta ancora più sentito: l’obiettivo dell’alto rendimento determina temperature fumi sempre più basse associate a maggior quantità di condensa ed inoltre la crescente diffusione di impianti con scarico fumi a tiraggio forzato rende sempre più frequenti i casi di camini funzionanti in pressione positiva. La gamma Roccheggiani si caratterizza per il sistema di innesto rapido “a bicchiere”; l’applicazione di una guarnizione siliconica garantisce una perfetta tenuta tra i singoli elementi in cui è previsto il funzionamento in pressione positiva o in regime di elevate condense. Le fascette esterne di giunzione assicurano la stabilità degli innesti dalle sollecitazioni di carattere meccanico.